Lapidi e Monumenti

Le lapidi, i loculi e le tombe hanno un valore che va oltre quello materiale: sono un ponte tra il passato e il presente. Oggi è possibile realizzare qualsiasi tipo di forme e decorazioni grazie alla piena personalizzazione di marmi, fregi e caratteri. Non è un caso, infatti, che nel tempo si sia iniziato a parlare di arte funeraria.

L’importanza di lapidi e loculi in marmo, dell’arte funeraria e monumenti va oltre la necessità di avere un luogo di sepoltura e di identificare il defunto. Se fosse così, infatti, oggi non ci sarebbero luoghi che nel corso dei secoli e dei millenni sono diventati non solo spazi di ricordo ma veri e propri musei a cielo aperto dove ammirare opere di architettura e scultura.

Non dimentichiamoci che le piramidi sono tombe monumentali, come pure i tanti mausolei romani, come quello di Teodorico a Ravenna o, in tempi recenti, il Sacrario di Redipuglia. Non è un caso, inoltre, che alcuni cimiteri sia diventati anche un luogo turistici: il Verano di Roma dove sono sepolti Goffredo Mameli, Giuseppe Ungaretti, Eduardo De Filippo, Vittorio Gassman e Alberto Sordi; il cimitero del Père-Lachaise di Parigi dove riposano Oscar Wilde, Victor Hugo, Moliére, Chopin e la tomba più visitata di Jim Morrison; nel cimitero monumentale di Trieste si trovano Italo Svevo e Umberto Saba, cimitero di Casarsa dove è sepolto Pierpaolo Pasolini.

 

Le lapidi sono come un ponte tra passato e presente

Possiamo immaginare la lapide come un elemento tangibile che unisce noi ai i nostri cari che non ci sono più. Permettono alle persone che restano di avere qualcosa di concreto e visibile in cui riconoscere la persona che si ha amato e in cui trovare un conforto e la sensazione che qualcosa resterà per sempre.

È questa l’idea che deve essere alla base dell’attività di progettazione e realizzazione delle lapidi: esattamente come la cerimonia funebre, non è solo un prodotto che si compra e si vende, bensì l’atto conclusivo di percorso che avvia a una nuova relazione con il defunto. In altre parole: stiamo parlando di persone e sentimenti, ogni singola scelta ha un valore che va oltre quello materiale dell’oggetto.

 

Scegliere la lapide per un defunto: quando e come fare

Proprio perché le lapidi e le tombe diventano testimonianze durature di memoria e del legame con i propri cari, invitiamo sempre le famiglie a non affrettarsi a pensare e scegliere la lapide.

Il primo momento dopo un lutto, infatti, è molto faticoso ed è complicato prendere decisioni con lucidità e serenità. Una volta completato il funerale, invece, ci sono meno pressioni esterne e si può iniziare ad affrontare con più calma tutto quello che serve per il cimitero.

L’unica scelta da compiere è la tipologia di sepoltura perché da questa deriverà la successiva elaborazione della lapide cimiteriale. Nello specifico si sceglie tra:

  • Loculo
  • Tomba a terra
  • Tomba di famiglia
  • Ossario per urna cineraria

Rispetto ad anni fa è cambiato molto anche il modo con cui si decide come realizzare la lapide o la tomba. Prima la famiglia aveva a disposizione un catalogo in cui scegliere marmi, forme e accessori per lapidi cimiteriali: per quanto ampio potesse essere non sempre riusciva a incontrare le richieste di tutti e a volte le persone dovevano accontentarsi.

Oggi è diverso: si può personalizzare la lapide in ogni sua parte e questo permette alla famiglia di realizzare qualcosa che veramente descriva e racconti la persona quando era in vita. Non è più solo un oggetto, ma una vera e propria dedica di affetto e memoria.

 

Il primo colloquio: ascoltare i desideri della famiglia

Questo modo di interpretare l’arte funeraria ha cambiato anche il nostro modo di accogliere la famiglia che viene a scegliere la lapide. Anni fa eravamo noi che per primi presentavamo le diverse possibilità a catalogo tra cui scegliere, oggi, invece, è il contrario.

La prima cosa che facciamo è far parlare le persone e ascoltare. I familiari hanno lo spazio per raccontarci cosa hanno pensato, se ci sono dei desideri particolari o delle volontà espresse in vita dal defunto. A volte è possibile anche esprimere delle idee diverse dal solito, inconsuete, ma che hanno un valore importante per ricordare il proprio caro.

In questo incontro raccogliamo tutte le informazioni e chiediamo anche di raccontarci la storia del defunto per conoscerlo e riuscire a interpretare al meglio il desiderio di ricordo della famiglia. Solo dopo, nel colloquio successivo, presentiamo le nostre idee: prepariamo dei bozzetti del progetto studiato sviluppato sulle richieste emerse nell’incontro precedente.

Non c’è nulla di preconfezionato: ogni progetto è unico come la persona che sarà ricordata dalla lapide o dalla tomba di famiglia. Linee, forme e colori sono personalizzate in tutti gli aspetti ed è possibile sviluppare sia lapidi cimiteriali moderne che restare su stili classici o spingersi su elementi etnici o decorativi. L’obiettivo è far sì che quando una persona è di fronte al luogo dove è sepolto il defunto non veda solo una targa con un nome e una data, ma lo riconosca per la donna o l’uomo che è stato in vita.

Proprio a questo scopo siamo tra le pochissime onoranze funebri che hanno scelto di dotarsi dei macchinari necessari per eseguire la lavorazione dei marmi per lapidi e tombe, creando e sviluppando un vero e proprio laboratorio di lavorazione del marmo, ove riusciamo ad eseguire in proprio tutte le possibili lavorazioni. Solo in questo modo riusciamo fare una proposta veramente in sintonia con le richieste e i desideri delle persone e pienamente in linea con il nostro modo di intendere questo servizio alla comunità.

 

Le diverse tipologie: lapidi a terra, loculi, monumenti

Le scelte da compiere in relazione alla sepoltura riguardano le diverse tipologie e lavorazioni:

  1. Tombe e Lapidi a terra
  2. Lapidi per loculi in marmo
  3. Tombe di famiglia
  4. Arte funeraria e Monumenti

 

In tutti i casi un ruolo di grande importanza lo rivestiranno i marmi per lapidi e tombe che saranno utilizzati nelle colorazioni più adatte al progetto personalizzato. Il marmo, infatti, proprio per la sua eleganza intramontabile, è utilizzato in tutte le varietà di colori disponibili in natura.

In alternativa si utilizza il granito, noto per la sua robustezza e la versatilità in fase di progettazione. La resistenza alle intemperie e la vasta gamma di colori lo rendono ideale anche per monumenti di grandi dimensioni.

In tutti i casi, nel processo di progettazione e creazione della lapide o della tomba, lavoriamo il marmo all’interno del nostro laboratorio, dove possiamo occuparsi delle singole lavorazioni. Ogni lapide viene gestita, infatti, come opera unica e, proprio per questo, possiamo introdurre elementi della storia del defunto o che appartengono ai desideri della famiglia che altrimenti non sarebbe possibile realizzare.

1. Tombe e Lapidi a terra

Posizione: è la sepoltura tradizionale posta direttamente nel terreno, è considerata la più naturale.

Struttura: tendenzialmente è composta da una lastra di copertura, solitamente in marmo o in granito, posta orizzontalmente sulla tomba e degli elementi verticali simbolici e che riportano il nome e il cognome del defunto, la data di nascita e di morte una fotografia a ricordo ed i simboli scelti.

Stile: può essere di tutti i tipi, dalle lapidi cimiteriali moderne a quelle più classiche ispirate ai temi tradizionali, può contenere simboli e fregi di ordine religioso oppure laico, è completata da accessori per l’illuminazione oppure vasi o decori

Personalizzazione: è possibile lavorare il marmo con diverse forme e altezze, nonché incidere disegni e parole con stili e caratteri di ogni tipo fino a riprodurre anche la calligrafia del defunto o simboli che raccontano la sua vita.

2. Lapidi per loculi in marmo

Posizione: sepoltura in uno spazio predisposto in una parete cimitero realizzata appositamente per accogliere le sale.

Struttura: trattandosi di un compartimento murale, è possibile progettare e personalizzare solo la lapide che copre l’ingresso

Stile: la lastra di marmo di chiusura del loculo è come un foglio commemorativo, pur essendo più piccolo dello spazio disponibile a terra consente comunque di scegliere degli stili più moderni o più classici

Personalizzazione: oltre al nome e cognome del defunto, alla data di nascita e morte e alla fotografia, è possibile introdurre dettagli o simboli che raccontano chi era la persona oppure personalizzare la scrittura del nome e cognome con caratteri decorativi oppure riproducendo la sua calligrafia.

3. Tombe di famiglia, Arte funeraria e Monumenti

Posizione: sono strutture più imponenti, spesso situate in area dedicate del cimitero.

Struttura: si tratta di lapidi di grandi dimensioni con elementi verticali, nel caso delle tombe di famiglia occupano uno spazio adatto per ospitare più persone, nel caso dei monumenti invece le grandi dimensioni sono giustificate dalla volontà di celebrare la persona defunta e il suo ruolo nella storia.

Stile: può essere molto elaborato, con dettagli artistici, sculture e caratteristiche architettoniche.

Personalizzazione: è sempre un progetto architettonico unico, che nel caso dei monumenti funebri può essere anche molto complesso e assumere i contorni di un’opera d’arte. È possibile personalizzare tutto: linee, colori, forme, scritte e caratteri, accessori, fregi, decorazioni, illuminazione, vasi e piante.

Le scelte tra tomba a terra, monumento funebre e loculo dipendono dalle preferenze della famiglia, dalle tradizioni culturali, religiose e dalle norme del cimitero. Ognuna di queste opzioni offre un modo unico di onorare e commemorare il defunto.

 

Lapidi e Tombe: quali sono le differenze di prezzo

Una componente importante nella scelta della lapide è data anche dal costo complessivo del servizio legato alla sepoltura. Sono molte, infatti, le possibilità e le variabili che influiscono sul prezzo finale il quale dovrà comunque sempre coincidere con le esigenze economiche della famiglia.

Le possibilità di personalizzazione, inoltre, hanno reso ancora più accessibile questo tipo di servizio facendo sì che non sia più necessario spendere molto per avere una sepoltura bella e che risponde ai desideri delle persone.

 

Gli elementi che incidono sul prezzo complessivo sono:

  • Sepoltura: sono spese di servizio richieste dal comune di appartenenza del cimitero presenti sia per le tombe a terra che per i loculi
  • Lastra per loculo o lapide a terra: materiali, forme, dimensioni, fregi e accessori incidono sul costo in base alla ricchezza dell’elemento
  • Concessioni: si pagano solo per i loculi e le tombe di famiglia, non per la sepoltura in terra

La scelta dei materiali incide molto sul prezzo, i marmi per tombe sono più costosi dei graniti, e l’aggiunta di accessori o la realizzazione di fregi può influire anche in modo rilevante. Può capitare, però, che scegliendo una tomba a terra si eviti il pagamento della concessione, liberando, così, risorse per realizzare una lapide più elaborata.

Ciò che garantisce, sempre e comunque, un buon risultato è la possibilità per la famiglia di esprimere i suoi desideri e tutte le sue esigenze, comprese quelle economiche. Una tomba può essere di grande bellezza e intensità, anche senza spendere grosse cifre: è il ricordo e la volontà delle persone che restano a permettere che questo avvenga e che la memoria possa resistere nel tempo.

 

Showroom articoli funerari e cimiteriali

In aree separate dalle Sale del Commiato della Casa Funeraria si trovano anche gli uffici e lo showroom di Eredi Querin, uno spazio in cui è esposta una selezione di articoli funerari.

Inoltre proponiamo una serie di servizi per la lavorazione di lapidi, loculi e tombe che vengono realizzati all’interno del nostro laboratorio, coordinati da un’accurata progettazione e ricerca del singolo.

Siamo a vostra disposizione

Per qualsiasi domanda inerente ai nostri servizi, scriveteci completando il form qui sotto. Vi risponderemo entro breve tempo.